Disinfestazione "Termica a caldo" per cimici e tarli

Questo tipo di disinfestazione mirata al trattamento anti cimici e tarli sui manufatti lignei, si fondano sull'azione di portare gli ambienti ad una certa temperatura mediante l'impiego di particolari stufe termiche alimentate a gasolio e ad elettricità.Tale sistema è un metodo completamente ecologico di disinfestazione: nessuna emissione in atmosfera, atossico verso persone ed alimenti, applicabile in contesti abitati, senza alcuna autorizzazione o restrizione, con ampia versatilità di utilizzo, con immediata disposizione dei locali trattati; da sottolineare la possibilità di soluzioni personalizzate.

Il nuovo trattamento a caldo rappresenta una vera e propria innovazione per combattere il problema delle infestazioni più insidiose, specialmente nel caso delle cimici dei letti. L’utilizzo del calore per il controllo dei parassiti ha avuto infatti un rapido incremento. Temperature di circa 56-60° C mantenute per un periodo superiore ai 30 minuti, hanno effetti letali sulla maggior parte degli insetti e degli aracnidi, in tutti gli stadi di riproduzione, senza causare danni ambientali. Il trattamento viene effettuato in tempi brevi da un nostro tecnico specializzato e si basa sull’utilizzo del calore prodotto mediante un apposito dispositivo elettrico, in grado di riscaldare tipologie le diverse aree infestate.



Disinfestazione Con Alte Temperature


Un modo nuovo, naturale, rapido a-tossico, risolutivo per eliminare infestanti da Pastifici, Panifici, Molini, Riserie, Industrie Dolciarie. Sempre più diffusa è la ricerca, da parte di chi produce alimenti, di alternative valide e sicure ai gas tossici utilizzati come disinfestanti.
Gli insetti delle derrate alimentari trovano il loro habitat ideale in un ambiente in cui l'umidità relativa insieme a Temperature che oscillano dai 18°C ai 35°C ne esaltano la prolificazione, infestando pericolosamente ambienti, macchinari, prodotti, materie prime.
A temperature ancora superiori gli insetti cominciano ad avere difficoltà nel riprodursi e diventano molto più vulnerabili a causa di mutamenti (a livello lipidico e proteico) che subiscono per le alte temperature: 36°C-42°C.
Innalzando ancora la temperatura e stabilizzandosi sui 47°C-52°C per un certo numero di ore, si crea un processo di disidratazione che elimina gli insetti ai vari livelli della loro vita biologica: uova, larve, adulto.

Ogni Macchina che produce calore sviluppa 90.000 k/cal, è alimentata a gasolio, espelle all'esterno i fumi della combustione: nessun odore, nessun rischio, massima diffusione di energia termica in modo uniforme, grazie al tubo flessibile direzionabile (500 mm diametro) di emissione di Aria Calda. 

Prima di ogni intervento, un accurato sopralluogo tecnico è in grado di calcolare il fabbisogno di energia termica necessaria per realizzare una disinfestazione "a caldo": naturale, efficace, sicura.